Valutazione

Le iniziative verranno valutate sulla base di tre criteri: ambientale, sociale ed economico.

Nella prima categoria si terrà conto del beneficio ambientale derivante dal progetto o dall’attività presentata, vero obiettivo del Premio; la seconda categoria terrà conto degli elementi di carattere sociale (posti di lavoro creati, produzione di indotto, coinvolgimento delle comunità locali, ecc.); riguardo gli aspetti economici, si considereranno i risultati legati all’attività in termini di risparmi ottenuti, aumento di vendite, crescita dell’azienda ecc.

Dalla combinazione dei risultati delle suddette macroaree, saranno poi individuati i progetti esemplari in quanto a tutela e valorizzazione dell’ambiente, ma anche esempi di soluzioni più innovative, oppure di buone pratiche facilmente replicabili.

La valutazione delle proposte pervenute tenderà a mettere in rilievo le iniziative di successo, ma sarà prestata attenzione a supportare anche le iniziative meritevoli che ancora non hanno avuto adeguata diffusione sul mercato.

La premiazione risponde, quindi, ai seguenti paramteri:

  • risultati misurabili in termini di miglioramento e tutela ambientale
  • aspetti di miglioramento e tutela ambientale non misurabili (tutela del patrimonio naturale, della biodiversità, dei prodotti tipici, diffusione di cultura ambientale, ecc.)
  • grado di innovazione delle azioni e sforzo organizzativo
  • valore esemplificativo dell’azione e sua riproducibilità
  • creazione di posti di lavoro
  • altre ricadute sociali
  • creazione di valore economico (inteso come aumento in termini di fatturato, riduzione dei costi aziendali, aumento dei clienti o delle vendite, ecc.)

Saranno in ogni caso escluse dall’istruttoria – anche su segnalazione dei circoli locali di Legambiente – le aziende oggetto di sanzioni per reati ambientali, comportamenti antisindacali, contenziosi aperti su questioni di tutela ambientale.

I membri della Giuria:

Alessandra Bonoli
Prof. di Ingegneria delle materie prime, Dipartimento di Ingegneria Civile, Chimica, Ambientale e dei Materiali UNIBO

Cesare Minghini
Presidente IRES Emilia-Romagna

Marco Ottolenghi
Ufficio Politiche Ambientali e Sviluppo Sostenibile di ERVET

Franco Pascquali
Presidente Forum Associati Fondazione Symbola

Lorenzo Frattini
Presidente Legambiente Emilia Romagna