Mobilità sostenibile aziendale: le proposte per imprese e dipendenti

9 maggio 2017 Commenti disabilitati su Mobilità sostenibile aziendale: le proposte per imprese e dipendenti

MUOVERSI SOSTENIBILE SUL LAVORO: Le migliori opportunità per le imprese e i dipendenti
Bologna, 5 GIUGNO 2017
Dalle 10:00 alle 12:30, presso Mediateca CUBO Piazza Vieira De Mello 3/5

Una mattinata rivolta ai mobility manager aziendali, responsabili del personale o CSR, titolari, imprese individuali, con la presentazione delle migliori opportunità di mobilità sostenibile per l’impresa e per i suoi dipendenti.
Bici elettriche, car-sharing e noleggio, abbonamenti ai mezzi pubblici, flotte ibride ed elettriche, parking intelligente, colonnine ricarica, storage, gestione amministrativa e riduzione delle spese: saranno forniti materiali e contatti con le migliori offerte disponibili.
La partecipazione è gratuita ma i posti sono limitati. E’ ncessario iscriversi online alla mattinata compilando il form a QUESTO LINK

Dalle 9:00 alle 10:00 e dalle 12:30 alle 13:30 sarà possibile inoltre effettuare dei test drive di mezzi elettrici ed ibridi.

A breve su questa pagina il programma dettagliato della mattinata

Imprese ed istituzioni davanti alla sfida del cambiamento climatico, 8 ottobre

6 ottobre 2015 Commenti disabilitati su Imprese ed istituzioni davanti alla sfida del cambiamento climatico, 8 ottobre

BozzaPieghevole081015-7

Promozione della Green Economy e riorganizzazione delle competenze ambientali, 21 luglio

14 luglio 2014 Commenti disabilitati su Promozione della Green Economy e riorganizzazione delle competenze ambientali, 21 luglio

GreenEr

Premio Innovazione Amica dell’Ambiente 2013 – I vincitori

27 gennaio 2014 Commenti disabilitati su Premio Innovazione Amica dell’Ambiente 2013 – I vincitori

Nuova città, mobilità non proprietaria, nuova economia di materia ed energia: è l’Italia che emerge dal Premio Innovazione Amica dell’Ambiente 2013 di Legambiente.

Per la prima volta premiata una tassa: la congestion charge di Area C di Milano 151 le innovazioni presentate alla XIII edizione del premio alle eco-innovazioni ‘Made in Italy’.

Lombardia, Emilia Romagna, Piemonte e Veneto le Regioni a più alto tasso di innovazioni presentate; Toscana e Lazio si distinguono al Centro e al Sud Puglia, Sicilia e Campania mantengono la presenza tra gli innovatori.

slide1“Sostenibilità, intelligenza, bellezza”: La via italiana all’economia verde è il tema su cui si sono confrontate le 151 realtà che hanno partecipato alla XIII edizione del Premio Innovazione Amica dell’Ambiente 2013 promosso da Legambiente in parternariato con Confindustria, Regione Lombardia, Politecnico di Milano, Università Bocconi e con il contributo di Fondazione Cariplo. Alta e soprattutto di qualità la partecipazione al premio malgrado l’evidente fatica all’innovare data dalla lunga congiuntura economica negativa e che vede le imprese prima di tutto impegnate a non chiudere i battenti. Molte anche le innovazioni giunte da giovani imprese e da start-up. Il risultato del premio disegna i contorni di un’Italia che continua a investire e a rischiare nella creazione di nuovi prodotti e servizi per il cittadino e la collettività, spesso integrando reti di infrastrutture reali con le potenzialità delle reti virtuali. Sono le stesse innovazioni –orientate alla sharing economy e alla replicabilità- a definire le nuove visioni della città che cambia; metropoli dove parole come cohousing e carsharing sono concrete proposte per nuovi stili di vita sostenibili.

Vincono l’edizione 2013 del Premio Innovazione Amica dell’Ambiente: ABB, TOSA Trolley bus Optimized System Alimentation –sistema di ricarica ultra-veloce delle batterie elettriche per i mezzi di trasporto-, Area C, Comune di Milano –congestion charge per l’accesso dei veicoli a motore nel centro di Milano-, Ecosistema della Piana, Coop. Della Piana –produzione casearia e frutticola a sistema chiuso e autoproduzione di energia-, Cenni di Cambiamento, POLARIS Real Estate –complesso residenziale di edilizia sociale con spazi di cohousing costruito con criteri ambientali -, Sharing Torino, Sharing Srl – recupero edilizio e riconversione in struttura di cohousing con servizi resi al territorio-, Viticoltura sostenibile, Società agricola Principi di Porcìa e Brugnera –antica produzione vinicola integrata progetti di sostenibilità-, E-Studio 306LP/RD 30, Toshiba Tec Italia Imaging System –sistema di stampa che permette la cancellazione dei documenti e il riutilizzo dei fogli di carta- (vedi in basso l’elenco delle motivazioni dei premi e delle altre innovazioni segnalate).

“Sono sette le innovazioni dell’anno 2013 e dodici le segnalazioni della giuria, frutto di una difficile selezione tra le 151 candidature. Tante le nuove realizzazioni utili, per migliorare l’ambiente, la qualità della vita dei cittadini, dei lavoratori o delle comunità locali –ha dichiarato Andrea Poggio, presidente della Fondazione Legambiente Innovazione -. In epoche di transizione, come quella che stiamo vivendo, tutto appare possibile: nuove tecnologie, nuovi prodotti, manifatture e servizi che sperano affermarsi e servire all’umanità del ventunesimo secolo. Con il senno di poi, chi leggerà la storia di questi decenni, darà per scontato che le case avranno tetti solari, tetti verdi e tanti servizi in comune. Assodato che le auto e le moto saranno usate in condivisione, che gli autobus saranno ibridi o elettrici. Oppure che i prodotti e le fabbriche saranno molto efficienti, a basso consumo di materiali e a minima produzione di carbonio atmosferico (CO2 di prodotto). Come le innovazioni che oggi premiamo”.

“Nel nostro Paese – dichiara Vittorio Cogliati Dezza, presidente di Legambiente – c’è voglia di voltare pagina e di investire veramente nella Green economy come dimostrano i vincitori del Premio Innovazione Amica dell’Ambiente 2013 premiati oggi a Milano. Ad esempio abbiamo aziende e società agricole che hanno deciso di scommettere e puntare sull’efficienza energetica, sulle rinnovabili, la bioedilizia, la sostenibilità ambientale, la mobilità sociale… Una scelta dettata dal coraggio e dalla voglia di innovarsi nel nome dell’ambiente e della qualità rispettando il territorio e valorizzando le risorse migliori. Solo in questo modo si può dar avvio a quell’economia verde in grado di imprimere quel cambiamento che serve all’Italia, di creare un nuovo business e occupazione. La stessa energia e la voglia di mettersi in gioco la deve però avere anche il Governo, puntando su un’agenda programmatica che abbia tra le sue priorità lo sviluppo dell’economia sostenibile con precise e innovative politiche nei settori dell’edilizia, della mobilità e dell’efficienza energetica”.

Tutte le schede delle innovazioni che hanno partecipato alla selezione saranno visibili sul sito www.premioinnovazione.legambiente.org (insieme alle schede tecniche degli oltre 1800 progetti candidati nelle passate dodici edizioni del Premio).

La distribuzione geografica delle proposte pervenute pone le Regioni del Nord in testa alla classifica numerica con 110 innovazioni dove il grande assente è la Liguria, seguito dalle Regioni del Centro con 24 innovazioni e le Regioni del Sud e le isole con 17 innovazioni inviate alla giuria del premio.

Il Premio Innovazione Amica dell’Ambiente è un riconoscimento nazionale rivolto all’innovazione di impresa in campo ambientale. Ideato da Legambiente, nel 2000 il premio ha lo scopo di contribuire alla diffusione di buone pratiche orientate alla sostenibilità ambientale, valorizzando quelle realtà che sappiano raccogliere le sfide dell’ambiente come valore e opportunità irrinunciabile di sviluppo economico e sociale. La partecipazione al premio è aperta a imprese, amministrazioni pubbliche, istituti di ricerca, liberi professionisti ed associazioni di cittadini.

I premiati hanno diritto all’uso del logo “Innovazione Amica dell’Ambiente”, la lampadina dalla foglia verde affiancata al Cigno di Legambiente, sulla comunicazione legata all’innovazione premiata, per la durata di un anno.

A questo link tutti i dettagli dei premiati.

Premio Innovazione Amica dell’Ambiente – Cerimonia di Premiazione

22 gennaio 2014 Commenti disabilitati su Premio Innovazione Amica dell’Ambiente – Cerimonia di Premiazione

Il Premio è un riconoscimento nazionale rivolto all´innovazione di impresa in campo ambientale. Viene attribuito a innovazioni di prodotto, di processo, di servizi, di sistema, tecnologiche e gestionali, realizzate o in stato di realizzazione avanzata, che abbiano dimostrato di contribuire a significativi miglioramenti orientati alla sostenibilità ambientale e che si segnalino per originalità e per potenzialità di sviluppo, anche in relazione alle specificità territoriali.

27 Gennaio 2014 ore 9:30 – 13:30
Sala Pirelli – Via Filzi, 22 Milano

Lapremio_evento_invito

Speciale del Sole 24 Ore: Green economy contro la crisi

13 novembre 2013 Commenti disabilitati su Speciale del Sole 24 Ore: Green economy contro la crisi
  • Eco-strategia. Ambiente, innovazione, qualità e ricerca i pilastri per rinnovare la vocazione imprenditoriale e artigianale
  • Dossier. Unioncamere e Fondazione Symbola raccontano le eccellenze nazionali
  • Governo. Il ministro Orlando detta l’agenda verde per il futuro

ico_pdf

Questionario Green Economy e Sostenibilità Energetica – Regione Emilia Romagna

8 ottobre 2013 Commenti disabilitati su Questionario Green Economy e Sostenibilità Energetica – Regione Emilia Romagna

È on line il questionario su green economy e sostenibilità energetica della Regione Emilia Romagna.

Efficienza energetica e competitività, strumenti e acquisti green, scenari verso la “low carbony economy”: compila il questionario e contribuisci alla consultazione pubblica

imageUn ruolo decisivo per il pubblico: acquisti e appalti verdi, qualificazione del patrimonio edilizio, pianificazione energetica. Uno, altrettanto centrale, per il privato: prodotti e processi produttivi più efficienti, low carbony economy, tecnologie verdi, con l’opportunità di dare vita a un vero e proprio “green deal”, in Emilia-Romagna, funzionale anche alla conquista di nuove quote di mercato estero.

Su questi ed altri temi la Regione Emilia-Romagna ha promosso un questionario on line per condividere con l’intera comunità regionale opportunità, strumenti e scenari che, anche grazie alla nuova programmazione dei fondi, gettano le basi di un vero e proprio “green deal” per l’economia regionale.

Partecipa alla rilevazione

BioEnergy Italy: Biomasse e rinnovabili – Cremona, dal 28 febbraio al 2 marzo 2013

26 febbraio 2013 Commenti disabilitati su BioEnergy Italy: Biomasse e rinnovabili – Cremona, dal 28 febbraio al 2 marzo 2013

Legambiente_Bioenergy-1_Pagina_1

Greentech Festival – Pisa, dal 29 al 31 marzo 2013

21 febbraio 2013 Commenti disabilitati su Greentech Festival – Pisa, dal 29 al 31 marzo 2013

Greentechfestival

Ricostruzione in Emilia: Cerchiamo sostenitori per ripristinare la scuola media di San Felice sul Panaro

19 dicembre 2012 Commenti disabilitati su Ricostruzione in Emilia: Cerchiamo sostenitori per ripristinare la scuola media di San Felice sul Panaro

Ricostruzione in Emilia: Legambiente e Comune di San Felice sul Panaro cercano sostenitori per ripristinare la scuola media.

L’associazione recluta aziende e privati cittadini che vogliano contribuire concretamente alla ricostruzione verde dell’edificio scolastico danneggiato dal sisma.

Lo scorso agosto Legambiente ha adottato la scuola media Giovanni Pascoli di San Felice sul Panaro (Mo) firmando un accordo di presa d’impegno con il Comune emiliano per la ricostruzione green dell’edificio scolastico. Dopo la sottoscrizione della lettera d’intenti, l’associazione ambientalista si è impegnata nella raccolta fondi attraverso iniziative organizzate dai propri circoli e nella ricerca di imprese disposte ad aiutare con azioni concrete. Diverse aziende del mondo della green economy sono state coinvolte per introdurre migliorie ambientali ed energetiche nel nuovo edificio scolastico.

Una volta riassestata la struttura del fabbricato, la trasformazione dell’edificio comporterà il passaggio da una certificazione energetica G ad una A, l’installazione di un impianto fotovoltaico e altre migliorie di green building per una ricostruzione e gestione della scuola in termini di sostenibilità ed efficienza (in allegato, scheda tecnica).

Durante questi 4 mesi numerose aziende dell’Emilia-Romagna hanno risposto all’appello di Legambiente, rendendosi disponibili a contribuire al raggiungimento dell’ambizioso obiettivo: la ditta Marano Solar installerà un impianto fotovoltaico sul tetto della scuola; Petroltecnica fornirà invece strumentazioni e materiali da usare nelle aule didattiche; GranitiFiandre effettuerà interventi di natura edile per ripristinare e migliorare la struttura della scuola media; Kerakoll donerà una parte della struttura portante del cappotto esterno dell’edificio.

Al momento, sia il sistema di ventilazione meccanica che il nuovo sistema di gestione dell’illuminazione e del riscaldamento sono già in una fase avanzata di progettazione: queste innovazioni andranno a migliorare la qualità degli ambienti e apporteranno un notevole risparmio energetico, e quindi anche economico.

Ma per completare il percorso di recupero dell’edificio scolastico è necessario un ulteriore sforzo: mancano infatti le ditte che possano supportare la realizzazione del sistema di ventilazione, che donino i materiali isolanti necessari per completare il cappotto termico, che contribuiscano alla sostituzione degli infissi.

Per questa ragione Legambiente è alla ricerca di sostenitori, rivolgendo un nuovo invito a tutte le imprese green per contribuire anche in minima parte all’importante lavoro di ricostruzione e rinnovamento della scuola media.

Anche i singoli cittadini e le associazioni possono aiutare attraverso versamenti e donazioni private. Negli scorsi mesi molti circoli di Legambiente hanno sostenuto la causa organizzando raccolte fondi e numerose associazioni – tra cui SEL Modena, Associazione Pace, Terra e Libertà, Pubblica Assistenza Sez. Marina di Carrara – hanno investito piccoli contributi economici nel fondo dedicato L’associazione le ricorda e ringrazia tutte.

Basta un piccolo gesto di solidarietà per partecipare alla grande rinascita verde dell’Emilia.

 

Per contribuire alla rinascita della scuola “G. Pascoli” di S. Felice, fai un versamento a:

Banca Popolare Etica
IBAN IT79 P050 1803 2000 0000 0511 440
Intestato a Legambiente Onlus
Causale “Emergenza Emilia”

Oppure dona subito online!

I dettagli dell’intervento: