Warning: Declaration of aec_contributor_list::form() should be compatible with WP_Widget::form($instance) in /web/htdocs/www.legambiente.emiliaromagna.it/home/wp-content/plugins/ajax-event-calendar/inc/widget-contributors.php on line 64
Mal’Aria di città: l’Emilia Romagna ne ha pieni i polmoni! | Legambiente Emilia-Romagna APS

Articoli

Mal’Aria di città: l’Emilia Romagna ne ha pieni i polmoni!

La Regione immobile di fronte ad una vera e propria emergenza sanitaria, mentre la giunta Errani sponsorizza nuove opere che andranno a peggiorare la situazione

Legambiente ha presentato oggi il Dossier Mal’Aria: nel 2011 un numero altissimo di superamenti in tutti e 9 capoluoghi di provincia. E dal primo gennaio superati i limiti di legge già una volta ogni 2 giorni

Le iniziative di Legambiente per chiedere misure urgenti

Legambiente ha presentato questa mattina il Dossier Mal’Aria 2012, con i dati sulla qualità dell’aria dei capoluoghi di provincia italiani, ed approfondimenti sugli effetti sulla salute di quella che per il 2011 si è rivelata un’emergenza sanitaria.

In Emilia Romagna, così come in tutto il bacino padano, la situazione nel 2011 è tutt’altro che rosea: tutti i capoluoghi di provincia (fatta eccezione per Cesena), hanno ampiamente superato il limite stabilito per legge, di 35 giorni di superamento all’anno del limite di PM10.
Nella poco invidiabile classifica delle città più inquinate, troviamo Parma al 19° posto (93 sforamenti), Modena al 21° (90 sforamenti), Reggio Emilia al 24° posto (86 sforamenti), Piacenza al 26° posto (81 sforamenti), Rimini al 28° posto (74 sforamenti), Ferrara al 30° posto (72 sforamenti), Bologna al 32° posto (69 sforamenti), Ravenna al 34° posto (68 sforamenti) ed infine Forlì al 44° posto (48 sforamenti).

Con l’azzeramento del contatore a partire dal primo gennaio 2012, la situazione non sembra migliorare: ad oggi tutti i capoluoghi hanno superato i limiti per le Pm10 almeno un giorno ogni due. A questo ritmo i polmoni dei cittadini, soprattutto delle fasce più deboli, continuano ad essere sottoposti a rischi sanitari, in assenza di politiche serie e senza un vero programma di emergenza.

Le reazioni dei comuni sotto la guida della Regione, sono state ancora una volta deboli e contraddittorie con l’assessore all’Ambiente, Sabrina Freda, che non è sembrata in grado di produrre alcuna idea o azione degna di questo nome.
Ma quel che è peggio è che nei piani della Giunta di Errani spiccano in tutta la regione progetti di altissimo impatto sull’inquinamento della qualità dell’aria:

  • nuove autostrade come la Cispadana, la bretella Campogaliano-Sassuolo, la TI-BRE nel parmense, il passante nord di Bologna;
  • l’enorme centrale di Russi già nata nei progetti con uno spreco energetico impressionante;
  • l’inutile ampliamento dell’inceneritore di Modena e quello di Parma, già oggi due volte più grande del necessario.

Immobilità nel presente e progetti per il futuro inaccettabili” denuncia Lorenzo Frattini Presidente di Legambiente Emilia Romagna “ fanno dubitare che questa emergenza sia al centro dei pensieri dei nostri amministratori. Chiediamo invece di mostrare un atto di coraggio e seguire la strada di azioni serie come quelle già imboccate a Milano

Ancora una volta Legambiente chiede alla regione di mettere in atto azioni di emergenza serie e continuative assieme ad azioni strutturali sul traffico, destinando fondi per gli investimenti con priorità assoluta al trasporto pubblico cittadino e pendolare e alla rete delle piste ciclabili, ed abbandonando la ormai nota predilezione della giunta regionale per strade e autostrade.

Leggi il dossier completo

Sabato 21 gennaio Legambiente sarà nelle piazze delle principali città della nostra regione, per dire una volta per tutte: ci avete rotto i polmoni!

Tra le iniziative previste:

Bologna
CONTRO LA MAL’ARIA, 10.000 PASSI PER LE VIE DEL CENTRO
Ritrovo sabato 21 gennaio, ore 15:00 presso Piazza XX Settembre, per una camminata organizzata dai circoli di Legambiente Bologna, Setta Samoggia reno e La fattoria, con l’adesione di Bologna Pedonale e Casaralta Che Si Muove, durante la quale saranno effettuate delle rilevazioni dei livelli di polveri sottili.
Visualizza i dettagli dell’iniziativa

Piacenza
L’ARIA È INQUINATA, RESPIRARE NON PIACE
Nell’ambito di un ciclo di incontri organizzati proprio per sensibilizzare i cittadini sui beni comuni, la loro vitale importanza e la necessità di difenderli e proteggerli dalla privatizzazione con il profitto di pochi a danno della collettività, il Circolo di Piacenza organizzerà per sabato 21 alle ore 9:30 un “volantinaggio mascherato” Presso il Politecnico di Milano – Campus di Piacenza, Via Scalabrini 113, per informare sull’inquinamento atmosferico e le conseguenze negative sulla salute pubblica e per stimolare tutti noi, cittadini e amministratori, ad assumerci la responsabilità per un cambio di rotta verso uno sviluppo sostenibile.

Ravenna
LASCIA L’AUTO IN GARAGE E IN BICI ANDIAMO ALLA RISCOPERTA DELLA NOSTRA RAVENNA
In occasione della 20 campagna nazionale di Malaria 2012, il Circolo Legambiente Matelda invita i ravennati sabato 21 gennaio, con ritrovo alle 14:00 in Piazza della Resistenza, alla pedalata “Lascia l’auto in garage e in bici andiamo alla riscoperta della nostra Ravenna”. Un gir in biciclèta , per recuperare la memoria, le nostre tradizioni e far festa insieme..Un piccolo gesto per la propria città, per il proprio ambiente per la salute dei più deboli.
Visualizza i dettagli dell’iniziativa

Modena
TUTTI INSIEME PER RIPRENDERCI L’ARIA E L’ACQUA
Flash Mob per sensibilizzare i cittadini Modenesi sulla Mal’Aria nella nostra città ed in tutta la Pianura Padana, e per dire no al tenativo del Governo Monti di aggirare il risultato referendario.
Appuntamento sabato 21 gennaio, ore 11:00 in Piazza Mazzini – Modena
Visualizza i dettagli dell’iniziativa